PINHDAR

Pinhdar è il nuovo progetto musicale di Cecilia Miradoli e Max Tarenzi. La voce di Cecilia con tastiera, laptop e drum machine è accompagnata dalla chitarra elettrica di Max con sfumature noise che crea atmosfere vibranti.

Un progetto elettro-rock, cantato in inglese, che da il meglio di sè dal vivo. Durante i live si avverte una forte sinergia che il duo riesce a trasmettere anche al pubblico. Non a caso, i Pinhdar vengono chiamati a suonare spesso anche all’estero. Rocktelling ha avuto il piacere di constatarlo personalmente, durante il live svolto a Taranto il 7 febbraio al Sonora Club. 

La loro musica prende radici dalle influenze elettroniche europee come i Portishead, Depeche Mode ed un sofisticato pop ritmato come quello dei Cardigans.

Il singolo di apertura del disco è Toy, uscito a marzo 2019. Parla di un rapporto tra uomo e donna sentimentalmente alterato e distruttivo dai risvolti macabri. Argomento tragicamente attuale che attraverso parole e immagini, i Pinhdar cercano di dare il messaggio in chiave simbolica. Il videoclip è stato scelto e premiato da Vice/Noisey Italia tra le novità italiane più interessanti del 2019.

L’omonimo disco è uscito il 31 maggio 2019, un lavoro recensito molto bene anche nel Regno Unito. Ad esempio, Kris Needs (biografo di Keith Richards, Primal Scream ed altri) ha voluto i Pinhdar per suonare il disco durante la presentazione del suo nuovo libro a Londra. Il disco è mixato da Chris Brown (fonico degli Abbey Road Studios che ha collaborato anche con Radiohead e Muse) e masterizzato da Dan Coutant di Sun Room Audio (NY).

I Pinhdar sono anche gli organizzatori di un festival, ormai diventato di tendenza per gli amanti della musica indie internazionale. Si tratta di “A Night Like This Festival“, evento nato nel 2012 a Chiaverano, una provincia di Torino che offre diverse bellezze paesaggistiche naturali.

E’ un festival estivo che dura solitamente due giorni e viene allestito in diversi punti naturalistici della zona, per poter godere di musica e paesaggio. Sono cinque palchi disposti in tre location.

L’ultimo evento si è svolto a luglio, letteralmente sul Lago Sirio, a Chiaverano. Il palco era costruito sull’acqua e la gente poteva liberamente farsi il bagno ascoltando musica. Tutto ciò che si può volere da un festival. Da non perdere assolutamente!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

[BODY] GRAPHIC BY: KIARA PORTRAITS [/BODY]