Winstons, Harvey and “A man happier than you”

′Ogni uomo è diventato un’isola. Mentre ognuno di noi cercava di assemblare il puzzle di un’esperienza personale, sembrava sempre esserci un pezzo mancante. Per alcuni di noi quel pezzo era amore, per altri era lavoro, per altri forse un posto, una persona o una città. In giro per il mondo, milioni di isole alla deriva hanno avuto il tempo di spazzolare il loro mondo interiore in questo periodo.”

“I fratelli Winston, Rob, Linnon, Enro sono stati anche tre storie di ricerche solitarie. Molte migliaia di chilometri di distanza a Melbourne, anche Mick Harvey stava vivendo questi stessi momenti di solitudine. Sono venuti collettivamente a capire che è stato un momento molto raro nel tempo che così tante persone sparse in tutto il mondo erano in perfetta armonia insieme attraverso un’esperienza condivisa. La ricerca quotidiana e la nuova consapevolezza di quel pezzo di un puzzle mancante chiamato ′′ felicità ′′ ci hanno reso tutti simili.

Questo è ′′A man happier than you”, il nostro video poema con un epilogo derivato dal romanzo storico ′′ We ′′ dell’autore russo Evgenij Zamjatin, adattato e raccontato da Ashley Walliss.”

Rob, Enro, Linnon

Questa è la presentazione fatta dai Winstons, sui canali social , riguardo il loro nuovo singolo “A man happier than you“, nato in collaborazione con Mick Harvey, polistrumentista, compositore, produttore, nonchè, storico membro dei Nick Cave and the Bad Seeds.

Un’altra perla uscita da “Smith“, secondo disco per la band. Per chi non l’avesse ancora ascoltato, Rocktelling ne consiglia vivamente l’ascolto. “Smith” è un album perfetto. Va oltre il concetto di psichedelia, prog e sonorità amarcord 60’s e 70’s. Coglie semplicemente il concetto di anima. E questo va sempre di moda. Punto.

Grazie ai fratelli Winstons per questo ennesimo regalo!

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

[BODY] GRAPHIC BY: KIARA PORTRAITS [/BODY]