“La matematica dei rami” di Max Gazzè

“La matematica dei rami” è il nuovo lavoro discografico di Max Gazzè, pubblicato il 9 aprile per Universal Music, da cui è stato estrapolato il singolo sanremese “Il farmacista” che, Rocktelling, aveva inserito al sesto posto nella personale playlist Sanremo 2021. A gran sorpresa, nel disco è stato deciso di inserire anche la cover dei CSI “Del mondo”, altro brano presentato al festival durante la serata delle cover.

“Del mondo” (La matematica dei rami, 9 aprile 2021 – Virgin Records/Universal Music) – Max Gazzè

Da brividi così come l’originale, perciò riascoltiamola:

“Del mondo” (Ko de mondo, 1994 – I dischi del mulo) – C.S.I.

Ma torniamo ai dettagli del disco!

Tante micro storie, cantate in prima persona, su episodi di vita che coinvolgono l’animo umano e i suoi pensieri. Tutti ci siamo ritrovati, almeno una volta, nelle vicende raccontate da Gazzè. Storie di ripensamenti, congetture, supposizioni, mancanze, assenze, cambiamenti, distanze. Tutto convogliato nel sentire delle nostre “stanze solitarie”.

Testi articolati come da manuale “Gazzè”, dove si uniscono sarcasmo, malinconia e leggerezza. Un eccentrico mix che fa riflettere e sorridere allo stesso tempo. Elegantemente pop, questo disco abbraccia anche sonorità elettroniche, alternate a sprazzi di riff rockeggianti, come il caso di “L’ animale guida”:

“L’ animale guida” (La matematica dei rami, 9 aprile 2021 – Virgin Records/Universal Music) – Max Gazzè

È fondamentalmente un disco fatto di amicizia. Di ore trascorse in sala prove come si faceva un tempo. Di gioia e condivisione. Permeato di vibrazioni positive. A prescindere dal senso del testo, arriva all’ascoltatore la serenità creativa di ciascun musicista, nota dopo nota.

Merito va alla collaborazione con la Magical Mister Band, un supergruppo composto da Daniele Silvestri, Fabio Rondanini, Daniele Fiaschi, Duilio Galioto, Gabriele Lazzarotti e Il Mafio Narcisse, che hanno dato, con la loro professionalità ed esperienza, un contributo notevole alla riuscita del disco.

Di questa esperienza, Gazzè ne ha parlato sui social:

«In un momento in cui il mondo è costretto alla distanza, noi abbiamo avuto la fortuna di riunirci. I nostri ultimi, intensissimi mesi, sono trascorsi tra live set e live recording “alla vecchia” (roba da anni 70), ore piccole di pura passione, risate, idee e armonie a confronto. Era iniziato tutto nel mio studio casalingo, raccogliendo materiale di provenienze diverse e spesso inattese. Poi le strade che a volte si incrociano, in questo caso la mia e quella della MMB, e… l’illuminazione: facciamolo insieme! Una settimana dopo mi sono “trasferito” al Terminal 2 Studio, nostra comune casa, condividendo tutto con i miei nuovi compagni di avventura. È nata così la nostra ‘matematica dei rami’».

Rubando la tesi di Leonardo Da Vinci: «come l’albero sembra seguire un andamento caotico, nella crescita dei suoi rami per resistere al vento, così anche noi, nell’apparente casualità delle nostre interazioni, dei nostri diversi suoni, delle diverse intenzioni, abbiamo trovato una forza tenace e antica, un’elastica ed armonica resistenza di cui andiamo fieri».

Accostamenti di generi e virtuosismi sperimentali, fanno di questo nuovo lavoro, una soddisfacente prova di quanto il talento artistico, lasciato libero di esprimersi, possa realizzare. Un altro prezioso tassello da aggiungere all’ eccezionale carriera di Max Gazzè!

(La matematica dei rami, 9 aprile 2021 – Virgin Records/Universal Music) – Max Gazzè

Quella di Rocktelling 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

[BODY] GRAPHIC BY: KIARA PORTRAITS [/BODY]