Lettere di un disco ricomposto (Parte 5/10): Un racconto a puntate sul nuovo album di Moltheni, “Senza Eredità”

Lettere di un disco ricomposto. Una rubrica che raccoglie i pensieri riportati da Umberto Maria Giardini, via social, in merito al suo nuovo lavoro discografico “Senza eredità”, raccontando ciascun brano con riflessioni e aneddoti.

Se ti sei perso la recensione completa, clicca qui, oppure rimani su questa pagina e ascolta con me il resto del disco, arricchito dai racconti di Moltheni.

Il sesto brano di “Senza eredità” si intitola “Ester”. Umberto Maria Giardini lo racconta così:

“Ester” (Senza eredità, 11 dicembre 2020 – La Tempesta Dischi) – Moltheni

“Ester” (postato via Facebook il 17 dicembre 2020)
Buondì. A costo di annoiarvi, brevemente, proseguo nei dettagli dei brani che compongono questo nuovo disco, firmato Moltheni. Oggi è il turno della traccia 6 dal titolo “Ester”. Ester era mia madre. Come vale per ogni figlio/a, occorrerebbero ore e ore di scrittura per raccontarvi, e forse raccontarmi, la mia vita vissuta vicino a questa donna amorevole, contraddittoria, dal carattere forte ma allo stesso tempo fragilissimo, dinamica, simpatica, severa ma a suo modo unica e straordinaria. Il mio rapporto con mamma, fu splendido fino alla primavera del 1990, in cui, una forte gelosia nei miei confronti (tipica di alcune madri verso i propri figli unici maschi), accoppiata ad un esaurimento nervoso conclamato, fece crollare tutto quello che avevamo costruito assieme, fin dalla mia nascita. Dopo alcuni anni di lontananza, nel 2003, il riavvicinamento fu dolcissimo e allo stesso tempo faticoso. Accadde spontaneamente, fu sereno e necessario. Mamma morì durante un mio live a Torino la notte del 13 novembre 2013, aveva 81 anni. Sono tante le delicatezza perse, sono molte le cose che non abbiamo fatto e che non ho fatto in tempo a dirti mamma, ma volevo tu sapessi che sei sempre con me. Ciao mamma (Umberto Maria Giardini)

Quella di Rocktelling

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

[BODY] GRAPHIC BY: KIARA PORTRAITS [/BODY]