Minimanimalist

Se non conoscete i MinimAnimalist, è giunto il momento di farlo!

Dopo il brillante esordio con “Ora O Mai Più” del 2015, in un graffiante delirio stoner, i MinimAnimalist hanno continuato a deliziarci anche con il secondo disco. Si tratta di “W.O.K.”, uscito il 13 aprile 2018 per XO la factory /Cabezon Records.

Quando parlo di stoner fatto bene, intendo questo ad esempio:

Giovanni (Ora o mai più, 2 luglio 2015) – MinimAnimalist

“W.O.K. è un insieme di generi”, come la stessa band racconta. Non a caso, il termine scelto proviene dal cinese “padella o calderone” facendo appunto pensare ad un mix di “sapori musicali”.

Spazia dal progressive dei King Crimson allo stoner puro dei Kyuss, ma c’è anche qualcosa dei Queens Of The Stone Age” spiega il duo, composto da Davide Bianco alla chitarra e Fabio Cazzetta, voce e batteria.

A far pregustare l’ascolto del disco, ci pensa il singolo “Ing. Giannino”, brano che fa già presagire le atmosfere stoner che accompagnano l’intero album, miste ad un clima irriverente, dovuto alla batteria in levare, presente in questa ed altre tracce.

Ing.Giannino (W.O.K., 13 aprile 2018 – Xo la factory/Cabezon records) – MinimAnimalist

Anche in questo secondo lavoro, non mancano brani strumentali dove il duo si scatena fregandosene altamente dell’assenza di parole. E ciò non dispiace affatto.

Il pathos arriva con “Mi buttavo”, una sorta di “ballad-stoner” dove sia il testo che la musica riescono, a primo ascolto, a toccare le corde giuste, quelle più introspettive. Poi sale la rabbia nelle parti di “solo” e resti completamente stregato. Questo brano in particolare, riassume la vera anima dei Minimanimalist che, ancora una volta hanno fatto centro, senza seguire le regole di mercato e le mode del momento.

Mi buttavo (W.O.K., 13 aprile 2018 – Xo la factory/Cabezon records) – MinimAnimalist

La bellezza di questa band è che, se pensi di aver capito tutto dall’ascolto del disco, quando poi vedi ciò che è in grado di scatenare sul palco, ti rendi conto in quel preciso istante di non averci capito proprio nulla! L’energia che questi ragazzi sprigionano insieme, è incredibile. Hanno una grande sintonia e si avverte tutta. Complimenti ai Minimanimalist.

Che la strada del rock’n’roll vi porti sempre più lontano!

Per ascoltare e acquistare i brani vai su https://minimanimalist.bandcamp.com/

Quella di Rocktelling 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

[BODY] GRAPHIC BY: KIARA PORTRAITS [/BODY]