Nebula e il suo Supernovae

Un tuffo nella atmosfere 90’s ci regala il disco d’esordio di Nebula, intitolato Supernovae, uscito il 26 febbraio per Seahorse Records.

Il talento di Nebula nel canto jazz, attraversa tutti i brani del disco. A sostenere la sua voce, una profonda gran cassa, dalle ritmiche che giocano su un tappeto ambient che include il rock classico ma anche il soul e sofisticate trombe jazz.

Cantato tutto in italiano, Supernovae è un disco di otto tracce che accompagna dolcemente nell’ascolto. Un lavoro certosino dove nulla è lasciato al caso. Il primo singolo, uscito da “Supernovae” è “I ragazzi di Strudà”, di stampo rock classico e con una storia incredibile (leggi l’articolo dedicato).

“I ragazzi di Strudà” (Supernovae, 26 febbraio 2021 – Seahorse Records) – Nebula

“L’oceano nel letto” è la ballad del disco. Sarà che Rocktelling ha il debole per le ballad, fatto sta che questo brano merita di esser menzionato. Melodie dondolanti e romantiche in cui Nebula alterna rabbia a suoni melodiosi ed emozionanti.

“L’oceano nel letto” (Supernovae, 26 febbraio 2021 – Seahorse Records) – Nebula

Il brano in chiusura del disco è “The fucking world”. Ci si lascia trascinare dalla rugosità del rock, espresso in una linea, pur sempre melodica, ma più graffiante. In poche parole, ci piace!

“The fucking world” (Supernovae, 26 febbraio 2021 – Seahorse Records) – Nebula

Ottimo esordio per Nebula, continua così!

Quella di Rocktelling

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

[BODY] GRAPHIC BY: KIARA PORTRAITS [/BODY]