Olga Psicotica

Tra le proposte d’ascolto, approvate da Rocktelling, ci sono gli Olga Psicotica, giovane alternative rock band, dal retrogusto grunge cantato in italiano.

Gli Olga Psicotica nascono tra le mura domestiche della signora Olga, una nonnina alquanto bizzarra, dato il nome della band, che ospitava dei ragazzi, tutti amici tra di loro, tra cui i suoi due nipotini, che oggi, non fanno più parte del gruppo. E supponiamo che ormai neanche Olga ci sia più. Ma il suo nome porta avanti il futuro di una promettente band.

Dopo aver suonato in vari club di Arezzo, loro città d’origine, gli Olga Psicotica pubblicano il loro primo disco “Il treno ha fischiato”, un’ autoproduzione uscita il 31 ottobre scorso.

Che dire di questi Olga Psicotica. Innanzitutto, si capisce a primo ascolto che i ragazzi hanno un buon gusto musicale. Si avverte, un discreto sound che impasta del classic rock con grunge e  garage. Le chitarre si muovono fluide verso fraseggi intonati e gustosamente “distorti”. Tutto cantato in italiano, questo disco ricorda teneramente gli esordi dei Verdena. Più morbidi, più languidi ma potenzialmente efficaci. Ne hanno di strada da fare per potenziarsi e definire al meglio il loro suono. Ma come inizio, questi Olga Psicotica di Arezzo, meritano una possibilità.

Vi lascio il link per ascoltare “Il treno ha fischiato”, con un voto a 5 stelle per “Ned Ludd”, quarta traccia del disco, che ha immediatamente conquistato Rocktelling.

(Il treno ha fischiato, 31 ottobre 2020 – Olga Psicotica) – Olga Psicotica

Quella di Rocktelling 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

[BODY] GRAPHIC BY: KIARA PORTRAITS [/BODY]