Pinhdar, Parallel e Howie B

Ed è davvero un viaggio pindarico quello riprodotto dai Pinhdar. Un duo elettronico che è alle prese con l’uscita del nuovo disco, intitolato “Parallel”, che vede la collaborazione del leggendario Howie B. Si, avete letto bene. Howie B è il co-produttore dell’intero disco dei Pinhdar, ma non solo. Anche il mixing dei brani è suo.

Si passa da atmosfere oniriche shoegaze per poi scendere in stadi più profondi stile new wave con una presenza femminile che ti attrae a sè. Gli effetti elettronici dovuti ai sintetizzatori analogici, insieme alla chitarra elettrica, tom, timpano e rullante sono gli elementi che rendono il tutto armonioso e d’avanguardia.

Ascoltate l’ultimo singolo dei Pinhdar e ditemi se non ho ragione!

“Parallel” (Parallel, 22 gennaio 2021) – Pinhdar feat. Howie B

Il videoclip di Parallel, diretto da Samuele Romano, racconta per immagini, la presa di coscienza di chi si sente destinato a trascinare la sua vita in una realtà sempre più aberrante, per non essere stato capace di compiere scelte diverse al momento opportuno. Un concetto inteso sia sul piano personale ma anche considerando le decisioni dell’intera società, rispetto al pianeta.

“Parallel” sarà anche il nome del nuovo disco dei Pinhdar, in uscita il 26 marzo. Per registrare l’album, i Pinhdar si sono chiusi nel loro studio a Milano per tutto il periodo del lockdown. “Quando lo abbiamo terminato, con un forte senso di claustrofobia ancora addosso, abbiamo deciso di farlo volare fuori e di mettere la nostra musica in mano a uno dei nostri produttori preferiti. Così abbiamo provato a contattare Howie B. Non speravamo in una risposta, invece è stata rapida ed entusiastica. Howie B, alla fine, non solo ha mixato i brani ma ha addirittura contribuito alla produzione del disco con le sue manipolazioni sonore e la sua immensa vibe”.

Il celebre musicista e produttore scozzese (Björk, Massive Attack, Tricky, Everything But The Girl, U2 e molti altri) ha detto della band: “Lavorare assieme ai PINHDAR è stato un autentico piacere sonoro. Lavorare in remoto a questo progetto è stata una grande sfida sia per me sia per la band. Questa lontananza geografica ha conferito un colore in più all’album. Un colore che risplende”.

Per i Pindhar, questo disco rappresenta la loro “creazione artistica più autentica e sofferta”, un voler esorcizzare “le drammatiche vicende, anche individuali, affrontate durante un 2020 a dir poco surreale”.

Visti i presupposti, attendiamo l’uscita del disco.

Quella di Rocktelling

 

Leggi anche:

PINHDAR

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

[BODY] GRAPHIC BY: KIARA PORTRAITS [/BODY]